domenica 14 gennaio 2018

LUNA NUOVA IN CAPRICORNO, 17.01.2018, NEL GIORNO DELLA TEMPESTA BLU INTONANTE, KIN 239 - LA FORZA DI CAMBIARE IL MONDO


Il 17 gennaio alle 02,18 UTC la Luna diventa Nuova a 26° Capricorno, in congiunzione con Sole e Venere (28°). La Luna Nuova di Gennaio vede il nostro satellite occupare una posizione di Esilio, da cui non riesce ad esprimere le sue qualità materne ed accoglienti. La Luna in Capricorno manifesta qualità di sopravvivenza, freddezza e acutezza mentale. Non c'è spazio per l'emotività, essa lavora sulle strategie di difesa dai colpi difficili della Vita. Così agisce anche Venere, ormai agli ultimi gradi del Capricorno (entrerà in Aquario il 19 gennaio). L'Archetipo del Femminile per eccellenza  stimola a focalizzare l'attenzione su un obiettivo scelto quale status di eccellenza, rendendo l'animo estremamente selettivo rispetto a tutto il resto. E' una grande occasione per comprendere cosa voler fare da grandi, per mettere a fuoco chi siamo e dove la nostra vibrazione possa portarci nella sua spontanea manifestazione di se stessa. La sensazione è che tutto sia molto delineato e diretto, senza sfumature né scorciatoie. 
L'altro Archetipo del Femminile, la Luna Nera, si trova a 07° del Capricorno in congiunzione con Mercurio (08°), la Mente logica, e Saturno (03°).  Poiché essa è l'Ombra, la sua azione sullo stato di coscienza è maggiormente pressante perché non controllabile, non ravvisabile. Essa appesantisce i pensieri (Mercurio), rendendoci fatalisti ma anche arrabbiati per le mancate occasioni di rivalsa che si riaffacciano alla memoria.  La presenza saturnina in congiunzione in qualche modo la contiene ed indirizza il suo scontento verso una sorta di maturità, ispirandoci a voler imparare dagli errori, così da non trovarci più in ambasce in futuro. 
Tutto questo panorama è tenuto insieme da Plutone a 19° del Capricorno. Questo pianeta sta compiendo il tratto verso gli ultimi dieci gradi del Segno fino al 2023. I primi anni del suo transito sono stati estremamente modulanti nel passaggio post 2012. Tra il 2012 ed il 2016 Plutone ha innescato una danza di quadrature molto precise con Urano in Ariete (il Processo di Individuazione). Per approfondimenti leggi QUI. Plutone, il dubbio, ha scavato dentro le nostre maschere e ci ha lasciato nudi, senza alcuna alternativa se non quella di arrendersi al Sé. Il risultato del lavoro di quegli anni ci porta oggi ad affrontare la forte spinta celeste nell'acquisire un buon grado di autorevolezza perché tanto abbiamo fatto, pianto, amato, odiato, accettato, preso, lasciato andare. Il nostro animo è stato plasmato dai raggi celesti con cui abbiamo cooperato per poter splendere della luce che siamo.
Il Novilunio cade nel quinto giorno dell'Onda Incantata dell'Aquila Blu, la Prima Torre del Potere dell'Onda, che ha il compito di lanciare la Visione nell'etere affinché essa diventi reale. Chi indossa le vesti del Potere è la Tempesta Blu Intonante, la Forza di poter cambiare il mondo. Comprendiamo dunque come sia importante ora proporsi un obiettivo costruttivo, che può passare anche attraverso la necessità di destrutturare ciò che c'è. I valori Capricorno sono determinazione, disciplina, progetti a lungo termine, tenacia, presenza. Tempo di allinearci ed integrare queste qualità, tempo di radicarsi nella visione pratica dell'esistenza per portare fuori ogni talento che chiama ad essere espresso. In base al Sincronario Galattico delle 13 Lune di 28 giorni - per approfondimenti leggi QUI - ci troviamo nell'anno del Seme Giallo Cristallo, che stimola allo sviluppo e alla condivisione dei talenti individuali, affinché tutti possano trovare un benessere, nel dare e nel ricevere. Tempo di focalizzarsi su una direzione e compiere il primo passo.
Buon viaggio!
In lak'ech!
Stefania Gyan Salila

mercoledì 10 gennaio 2018

LUNA CONGIUNTA A MARTE E GIOVE IN SCORPIONE NEGLI ULTIMI GIORNI DELL'ONDA INCANTATA DEL VENTO BIANCO - CHI SEI OLTRE LO SPECCHIO?


Eccoci dentro il 2018! Un anno che sento sarà molto importante per acquisire autorevolezza, bello come un cammino di esplorazione che apre a panorami commoventi di comunione con l'ambiente. Per rimanere sulla strada ci viene chiesto di sviluppare un forte senso di radicamento, che passa attraverso l'andare oltre le maschere. Durante il percorso delle Lune che si susseguono, veniamo in contatto con ogni dinamica rilevante. Viviamola, sperimentandola con consapevolezza, arrabbiamoci, proviamo paura fino al midollo, lasciamoci andare fino in fondo all'intensità - come evitarlo con Giove in Scorpione? Addentrandoci così nel profondo, osserviamoci vivere e sentire. Guardiamo dentro lo specchio. Spingiamo lo zoom oltre la superficie riflessa. 
Giove in Scorpione evidenzia una fessura che apre all'ingresso in uno altro stato di coscienza. Essa rimane aperta fino al prossimo novembre. Durante il 2018 ci saranno momenti in cui il passaggio dentro l'Oltre sarà molto più semplice, come ora che Marte, principio di attivazione alla Ricerca, è in aspetto di congiunzione (10.12.2017/09.03.2018). E' normale in questo periodo sentirsi particolarmente sensibili, fragili, facilmente attaccabili e manipolabili. Stiamo guardando dentro l'inconscio. Le somatizzazioni sono frequenti in tempi così intensi. Non per niente c'è già stata la prima mandata di influenza. Lo Scorpione è un Segno d'Acqua collegato con i ristagni, quindi le tossine si attivano e si infiammano ed il corpo reagisce manifestando raffreddamenti e processi di eliminazione delle scorie. Il corpo fisico è uno strumento molto potente, il Vaso della Sacra Acqua della Memoria, l'Athanor dove accade il Processo Alchemico. Lo Scorpione è l'Alchimista per eccellenza.
La congiunzione Giove/Marte è particolarmente forte tra il 10 e il 12 gennaio, quando la Luna Calante transita in Scorpione. La sua presenza amplifica le note emozionali e apre alla magia del contatto con quelle parti di noi che solitamente rimangono nascoste. Il suo transito inizia negli ultimi giorni dell'Onda Incantata del Vento Bianco, lo spazio temporale di 13 giorni che trasporta la Conoscenza Sacra (per chi non conosce il Sincronario Galattico delle 13 Lune può leggere QUI).  
Il 10 gennaio è l'undicesimo giorno dell'Onda del Vento Bianco, Umano Giallo Spettrale, Kin 232, un flusso di energia che propaga la Conoscenza oltre i confini e limiti fisici, grazie alla Telepatia della Dimensione del Cuore. 
L'11 gennaio, Viandante dei Cieli Rosso Cristallo, Kin 233, è il momento in cui la Luna sarà congiunta precisamente a Giove a 18° dello Scorpione e poi a 20° con Marte. L'intensità sarà particolarmente forte, tanto che sarà possibile non riuscire a contenerla, volendo condividere con chi ci assomiglia il Sacro Fuoco della Ricerca. 
Il 12 gennaio è l'ultimo giorno dell'Onda del Vento Bianco, Mago Bianco Cosmico, Kin 234, che è la capacità di trascendere la dimensione del Tempo così come lo conosciamo, un inseguimento di attimi per conseguire un risultato. Il Mago Bianco Cosmico è il Portale d'Uscita del Flusso del Vento Bianco Magnetico, la Conoscenza Telepatica che si diffonde da Cuore a Cuore. Questo tipo di energia aiuta ad assorbire il concetto del Tempo come Arte, che è l'esistenza creativa a cui ciascuno di noi può aspirare. 
I valori intensi e a volte drammatici dello Scorpione permettono di vedere se stessi in una versione nuda, ripulita. Grazie allo spazio del Cuore aperto dall'Onda del Vento Bianco è possibile elaborare una Visione da questa cruda verità, tra l'altro supportata anche dallo Stellium in Capricorno, grazie al quale si possono toccare punte di essenzialità molto forti. Niente altro se non quello che corrisponde alla nostra verità può trovare la forza di continuare ad essere. A qualunque livello. Tutto questo processo entrerà ancora più nel vivo il 17 gennaio con il Novilunio in Capricorno, che ovviamente descriverò nei dettagli successivamente.
Intanto rimaniamo in silenziosa osservazione, pur permettendoci di dare espressione a tutte le sfumature emozionali che compongono le nostre sinfonie interiori. Uno degli aspetti più particolari di questo passaggio nel 2018 è la capacità di guardarsi da una distanza. E' interessante esplorarsi e conoscersi come mai prima.
In lak'ech! (Io Sono Un Altro Te Stesso)
Stefania Gyan Salila