domenica 10 dicembre 2017

MARTE IN SCORPIONE ED IL PASSAGGIO DIMENSIONALE - IL SENSO DI MORTE ED IL SALTO NEL VUOTO


Stavo riflettendo sul mio sentire rispetto all'ingresso di Marte in Scorpione e pensavo alla caducità del corpo fisico, alla malattia, al senso di combattere con i potenti mezzi moderni un disagio fisico o farsi accompagnare dall'energia celeste, fidandosi ed affidandosi.
Premetto che il mio Marte di nascita si trova in Scorpione, a 22°, congiunto a Nettuno a 18°, in XII Casa, collegata con l'Oltre, con il periodo prenatale, con ciò che avrebbe potuto accadere ma non si è mai verificato, con ciò che fu ma non è più. In questo quadro così nostalgico e malinconico, dove la Mente è sempre combattuta tra Sogno e Realtà, si incastra anche Venere, a 11° Scorpione.
Ogni volta che Venere o Marte annualmente si posizionano in questo Segno d'Acqua io vengo proiettata nel Mondo delle Ombre, delle mie ombre, e mi confronto con la necessità di fuga verso mondi paralleli. Ecco dove ho sviluppato il talento per l'interpretazione, la lettura della simbologia, la relazione con il mondo onirico. 
Riflettevo oggi sulla mia relazione con la Morte, la paura del passaggio, e cosa c'è Oltre. Ho sempre avuto terrore di questa dimensione sconosciuta, visto che la massiccia presenza planetaria in XII Casa in Scorpione testimonia di passaggi dimensionali non esattamente pacifici. Conosco per averli indagati episodi di morte sperimentati abbastanza traumatici, anche se credo sia una cosa molto comune tra gli umani.
Ho imparato, anche grazie all'Astrologia Maya Galattica ed al messaggio di Valum Votan/José Arguelles, di quanto la Morte possa essere illusoria, una barriera posta lì come la più grande Paura per tenere lontano l'Essere dalla sua più grande Potenza e Libertà. E' lì che sento che mi sto direzionando, anche se al momento mi rendo conto come questo sia vero più a livello mentale che cellulare. 
Anche leggere Giuliana Conforto mi ha aiutato a comprendere come intorno all'umano ed al pianeta che occupiamo ci siano tante lenti distorte. Credo che questo importante transito di Marte ci darà l'occasione per approfondire una serie di limiti imposti. Non per niente accade a cavallo tra il vecchio ed il nuovo Anno, che per la coscienza collettiva è sempre un momento delicato legato al lasciarsi alle spalle qualcosa, qualcuno, una situazione. 
Marte in Scorpione apre a tantissime domande: quale relazione abbiamo con l'Oltre? Ci stiamo dedicando al cammino spirituale per paura, per interesse sincero, per reazione? E' una fuga dalla Terra o abbiamo deciso di incarnarci, finalmente? E' come riformulare l'intento per cui siamo nati, così ci allineiamo con la missione, provando a lasciarci alle spalle le illusioni e le proiezioni dell'ombra. La congiunzione con Giove in Scorpione amplifica tantissimo ogni prospettiva di questo tipo.
Per quanto mi riguarda, in questo momento Nettuno in Pesci si trova esattamente sopra il mio Saturno in Pesci retrogrado al Fondo Cielo, la magia che contengo e che posso contattare solo se supero la paura di smarrirmi nel Grande Vuoto. I cicli planetari servono per farci passare tante volte dentro le strettoie dei detriti emozionali accumulati duranti i viaggi esistenziali, così a forza di trovarcisi, le porte si allargano facendo entrare più luce, che funziona come un raggio laser e ripulisce, ridona la giusta forma alla realtà interiore e chiarisce le posizioni. 
Allora eccoci qui alle prese con un passaggio epocale. L'ultima volta che si è verificata una congiunzione tra Marte e Giove in Scorpione è stato nell'autunno del 2006 - davanti a quale baratro ci siamo trovati allora? Abbiamo coltivato le nostri ali abbastanza da permetterci il volo al di sopra del Vuoto?
A ognuno la propria riflessione.
In lak'ech! (Io Sono un Altro Te Stesso)
Stefania Gyan Salila

09.12.2017 - MARTE ENTRA IN SCORPIONE NEL GIORNO DEL SOLE GIALLO INTONANTE, KIN 200 - TOCCANDO IL PROFONDO, CONOSCI L'IMMENSO IN TE


Dal 09 dicembre 2017 al 26 gennaio 2018 Marte transita nello Scorpione, il Segno d'Acqua di cui è anche Governatore. Nell'era moderna è stato assegnato Plutone alla reggenza dello Scorpione, scoperto nel 1930, ma quando l'antico Archetipo Marte transita in quella zona zodiacale, la sua presenza non passa mai inosservata. Esso sa spalancare le Porte delle Percezioni del Profondo, mettendoci in contatto con il Senso della Morte, della Fine Imminente, dell'Ineluttabilità dell'Esistenza e dei suoi pesi. Tuttavia questa è anche la strada che conduce anche al senso di Immortalità e Trascendenza delle Forme, al Processo Alchemico che trasmuta la materia in Oro, la densità in coscienza di sé.
Questo attuale transito assume una valenza molto particolare per la presenza di Giove nello Scorpione. Quest'ultimo ha già aperto un varco molto grande dentro le forme che abbiamo dato alle nostre paure. Ora Marte ci dona un talento, una risorsa, per affrontarle, viverle, integrarle. Il Vuoto diventa Casa, la paura diventa senso di protezione, argine, contenimento, suggerendoci tempistiche e modalità. La paura può essere una grande alleata perché avvisa dove, come e quando. Basta ascoltarla  senza diffidenza. Soprattutto diventa importante più che mai posizionarsi come Osservatore, ampliare il respiro al punto di andare dentro l'Oltre per sentirsene parte. Può essere difficile all'inizio, perché siamo usi farci prendere dentro i vortici emozionali (e con Marte congiunto a Giove balleremo una bella samba), ma diventa fondamentale - ed è una questione di allenamento, decidendo quale sia la prospettiva giusta da cui guardare noi stessi vivere.
Presto la congiunzione tra l'Archetipo dell'Intensità (Marte) e quello dell'Espansione (Giove) sarà stretta (dal 27.12 al 18.01 circa), garantendoci una Fine d'Anno focalizzata sull'osservazione di ciò che è, qualunque cosa sia. Ciò che vedremo ci permetterà di sfruttare un flusso di chiarezza che arriva grazie al Trigono di Marte con Nettuno in Pesci (a significare le illusioni, il senso di vittimismo, nella sua accezione in ombra - il rendere se stessi sacri è la sua valenza in luce), più o meno della stessa durata. Il Buio dell'Inconscio  contiene tante situazioni che ci hanno spaventato, che la Mente ha scartato per difesa. Come protezione sono state create realtà parallele, illusioni, proiezioni. Ora è possibile illuminare quella parte, liberando tutta l'energia psichica impegnata nella protezione e nella difesa.  
Sincronicamente il transito di Marte in Scorpione inizia il 09.12 alle 09.09 UTC, Sole Giallo Intonante, Kin 200, giorno 5 dell'Onda Incantata del Guerriero Giallo. Il Sole Giallo è chiarezza, il suo Archetipo Galattico è l'Illuminato, colui che ha trasceso se stesso. L'orbita planetaria a cui questo Glifo è collegato è quella di Plutone, Governatore dello Scorpione, così la funzionalità di Marte nel suo viaggio è molto più efficace nell'abbattere le barriere che ci tengono aggrappati alle illusioni. 
Fino al 17 dicembre viaggiamo dentro il tempospazio dedicato allo sviluppo del Discernimento, la forza del mentale brillante che suggerisce sempre quale sia la mossa migliore nel momento migliore. Sincronicamente Marte inizia il suo lavoro nell'Abisso con uno strumento molto potente che porta Luce nel Buio. Ricordo che i Glifi collegati all'orbita di Marte sono l'Allacciatore dei Mondi Bianco e il Viandante dei Cieli Rosso, che si prendono cura della relazione con la Morte e con l'Ignoto, due qualità estremamente scorpionine.
Per chi non conosce il Sincronario Maya Galattico delle 13 Lune di 28 giorni e la sua Astrologia, ecco il LINK.
Chi vuole calcolare la propria Identità Galattica, ecco il LINK.
Consideriamo pure che Plutone, Governatore dello Scorpione, transita in Capricorno, entrando in primavera in congiunzione con la Luna Nera, altro Archetipo scorpionino che ci mette in contatto con il nostro Oltre, con il senso di ribellione e il non voler più accettare ciò che ci limita. Tutti i processi di trasformazione che iniziano in questo momento proseguiranno nel tempo, portandoci in posizioni completamente diverse rispetto ad oggi. Dal punto di vista astrologico, questo è il carattere del 2018, tanto vale entrare nel flusso e lasciar andare definitivamente.
Come sempre, auguro un buon viaggio a tutti. Qualunque difficoltà nasce dall'altezza del muro di protezione che abbiamo intorno. Piano piano, respirando e volendo dare spazio alla nostra verità, ecco che non è più necessario rimanere tenacemente fermi nel controllo, così da lasciare spazio alla vita che si fa attraverso noi.
In lak'ech! (Io Sono un Altro Te Stesso)
Stefania Gyan Salila

mercoledì 6 dicembre 2017

06.12.2017 - LA CROCE DEI SEGNI CARDINALI ED I CARICHI EMOZIONALI CHE FANNO SCOPPIARE IL CUORE - TERRA ROSSA LUNARE, KIN 197, PORTALE DI ATTIVAZIONE GALATTICA


Questa mattina, preparandomi agli eventi della giornata, ho cominciato a percepire un peso all'altezza del cuore ed una profonda sensazione di malinconia, nostalgia, tristezza, che terminava con una forte commozione, anche se le lacrime non sono apparse.
Oggettivamente non era accaduto nulla che potesse giustificare un simile stato. Mi sentivo già stanca e spossata, nonostante la giornata fosse appena cominciata e avrei volentieri rinunciato ad ogni impegno pur di starmene in un angolo a macerare in quello stato emozionale.
Infine ho guardato il Cielo astrologico per ricercare l'attivatore, quale aspetto particolare aveva fatto scattare in me il processo? quale luce stava mettendo allo scoperto le mie antiche ferite di solitudine, estraniamento, infelicità?
Ecco, oggi la Luna a 28° Cancro si trova in perfetta quadratura con Marte in Bilancia, così da questa parte della Galassia noi percepiamo l'inutilità di tante battaglie, il senso del sacrificio che il combattere richiede. Cadiamo nella parte vittimistica di chi non riesce a percepire la bellezza e la nobiltà d'intento ma solo ciò che manca, l'essere forzatamente condotti fuori dalla zona confort.
Ma non è finita: la Luna in Cancro forma una quadratura anche con Urano retrogrado a 24° Ariete: ecco il ritorno delle antiche malinconie, i brividi di freddo interiore così tipici della mia infanzia. Dov'è casa? quando potrò finalmente trovare pace? quanto ancora procedere in tutta questa fatica?
Ariete, Cancro e Bilancia sono tre dei quattro Segni Cardinali, i Pionieri dello Zodiaco. Essi stanno scardinando le serrature dei forzieri dove abbiamo custodito i vecchi dolori, i flussi di energia vitale costretti al silenzio, le contratture muscolari causate dalle resistenza al Nuovo che avanza.
In Capricorno (quarto Segno Cardinale) Plutone si trova a 17°, ovviamente l'aspetto non è preciso all'interno della Croce, ma la presenza si fa sentire nella spossatezza psichica di non riuscire più a fare resistenza a tutta l'intensità, così finalmente si lascia andare.
Io sono sempre estremamente grata ogni volta che riesco ad arrivare così nel profondo senza un'apparente causa esterna. Respiro, utilizzo i Pomander Aura-Soma per supportare il corpo fisico e quello energetico nell'accogliere l'emozione, e rimango.
Siamo nel giorno 2 dell'Onda Incantata del Guerriero Giallo, Terra Rossa Lunare, Kin 197, Portale di Attivazione Galattica. L'insegnamento di questo flusso di 13 giorni (fino al 17 dicembre) è l'abilità di utilizzare il Discernimento per affrontare le più grandi paure. Il Portale rappresentato dalla Terra Rossa che risuona al Tono Lunare è da una parte la paura di perdersi nella vastità del Vuoto, dall'altra è arrendersi all'esistenza di una Intelligenza superiore/interiore, arrendersi al Sé. Nel fluttuare dell'emotività di oggi ho attraversato tutti questi stati nel giro di pochissime ore per poi lasciar andare tutto e ritrovarmi leggera, più saggia sicuramente, molto grata.
Non stupiamoci di quanto si stia rivelando complessa l'esistenza in questo momento. Siamo tutti insieme sulla stessa barca in mezzo alle onde. Non importa la fatica, essa scompare non appena iniziamo a respirare, sapendo che la difficoltà è commisurata alla resistenza. Prima o poi troveremo la forza ed il coraggio di buttarci in mare, nonostante tutto, nonostante noi, lasciandoci trasportare dalla Corrente.
Tra qualche ora la Luna passa nel Segno del Leone. La Croce dei Segni Cardinali diventa opposizione tra Marte e Urano, e questa la esplorerò tra qualche giorno.
Intanto buon proseguimento di viaggio!
In lak'ech!
Stefania Gyan Salila


lunedì 4 dicembre 2017

SATURNO ALLINEATO AL CENTRO GALATTICO - CONCLUDI LA TUA GUERRA E TROVA LA MISSIONE DI VITA


Tra novembre e dicembre 2017 Saturno si trova a transitare negli ultimi gradi del Sagittario, Segno di Fuoco in cui si trova stabilmente da settembre 2015. Presto, il 20 dicembre, il Maestro entra nel Capricorno, dove rimarrà fino al 2020, prendendoci per mano all'interno di un percorso di crescita e maturità.
Prima di iniziare questa ulteriore fase di allineamento con il Sé, Saturno ci porta dentro un movimento interiore estremamente interessante, il suo transito dentro il Centro Galattico, localizzato tra i 25° ed i 27° del Sagittario. Il Centro Galattico è il punto focale di una Galassia, da cui viene generata la spirale. E' la Fonte, l'Human Ku, il buco nero, l'origine del Suono Primordiale, la cui armonia tiene insieme tutta la Forza che genera l'equilibrio tra i sistemi solari e tra i pianeti e la loro stella di riferimento.
Cercando sul web ho trovato diversi siti in inglese che ne parlano. Uno in particolare, horary.com, lo descrive come un punto di forza estremamente potente. Il Centro Galattico viene individuato come il tra il 25simo e 27simo grado del Sagittario. Dovunque esso cada, lì c'è un punto di svolta importante per noi.
Saturno ha svolto un ruolo molto importante nella Storia Cosmica, così come ci è stata raccontata da Valum Votan/José Arguelles. Insieme a Giove, ha dato vita alle Guerre del Tempo, rubando la Tredicesima Luna, il Culto della Dea, per sostituirla con l'Era del Tempo Artificiale legato al controllo delle masse, alla schiavitù nei confronti del denaro, all'idea del lavoro come attività per sopravvivere e non come modalità di auto-espressione. 
Ripassando per quel punto, connettendosi con la Fonte, in allineamento con essa, Saturno risveglia la memoria dei Viaggiatori del Tempo che stanno ritrovando la Via di Casa. Quale ruolo sei venuto a svolgere qui, nel collettivo? ti chiede il Maestro guardandoti negli occhi.
Sei allineato con esso, ti senti felice nell'essere qua, come se non potessi trovarti altrove se non qui, ora?
Ti stai prendendo le responsabilità del tuo compito? Stai rispettando i passi scelti dal Sé? Le orecchie della personalità stanno sentendo i segnali della Voce Interiore e gli occhi profondi vedono le sincronicità?
Allineandosi con Hunab Ku, Saturno chiude un ciclo apertosi nel gennaio 1988, qualunque cosa sia successo in quel momento. Anche allora, il Maestro stava per trasformare la nostra vita in un percorso di insegnamento, durante gli anni del suo transito in Capricorno di allora, fino a febbraio 1991. Quale guerra iniziò allora che ora è necessario concludere? 
Sincronicamente, negli ultimi giorni, diverse persone apparentemente non connesse tra loro, mi hanno chiesto cosa fosse il Centro Galattico. Anche Mike Booth, direttore dell'Aura-Soma Academy, ha menzionato questo punto nelle note di presentazione della nuova Bottiglia, la B115, Arancio su Rosso. Essa è nata il 01 dicembre, proprio nei giorni di questo potente allineamento.


Ricordati di te! Questo è sempre il messaggio.
In lak'ech! (Io Sono un Altro Te Stesso)
Stefania Gyan Salila

MERCURIO RETROGRADO IN SAGITTARIO MENTRE SI CONCLUDE L'ONDA INCANTATA DELLA NOTTE BLU - IL SOGNO VIVE, IL SOGNO SIAMO NOI


Dal 03 al 23 dicembre 2017 Mercurio transita in moto retrogrado per la terza ed ultima volta (Sagittario, 29°/13°). Il  pianeta più vicino al nostro Sole ha un tipo di moto piuttosto vivace, inaspettato, incontrollabile, come è la natura d'Aria del Segno dei Gemelli, di cui è il Governatore. Poiché governa anche il Segno di Terra della Vergine, molto metodico ed analitico, il moto retrogrado che Mercurio adotta tre volte all'anno apre lo spazio ad un atteggiamento riflessivo rispetto al passato, permettendo la comprensione degli attuali risultati raggiunti, quale frutto di precisi eventi precedenti.
Il 2017 è iniziato con Mercurio retrogrado in Capricorno, assumendo le qualità di un periodo di grande introspezione. Il Capricorno, quale Segno di Terra, non si muove mai nella velocità, ma riflette e solitamente sceglie la via più ardua di tutte, la più diretta. Guardiamoci indietro. Sarà facile ritrovare queste caratteristiche nel tempo appena trascorso.
In aprile il fenomeno si è ripetuto tra il Toro e l'Ariete. La primavera ha introdotto luce e consapevolezza nel quotidiano con una domanda: ciò che fai corrisponde a ciò che sei?
La risposta anche in questo caso non poteva che essere diretta e priva di compromessi.
Ora che ci troviamo all'alba di un anno, il 2018, in cui verrà fatta tanta chiarezza rispetto all'identità che stiamo promuovendo per noi stessi, il transito retrogrado di Mercurio in Sagittario porta l'attenzione sulla Ricerca che stiamo facendo, su come vengono utilizzate le informazioni di cui disponiamo. Quanto siamo veri? Quanto stiamo nel vivere le parole che diciamo? Quanto siamo fluidi e diretti tra pensieri e azioni? Abbiamo imparato a fidarci e ad affidarci?
Il periodo dal 03 al 23 dicembre ha una connotazione precisa nel calendario cattolico. Si tratta del periodo dell'Avvento. Come ogni anno, si festeggia la Nascita del Bambin Gesù, la Festa del Ritorno della Luce: qualcosa di nuovo, di puro e di innocente torna ad accendersi negli animi, dopo la Morte nel buio della stagione autunnale. La luce del Fuoco del Sagittario non illumina verso l'alto o l'intorno. Nel moto retrogrado di Mercurio rallentato e in marcia contraria, essa mostra cosa ci sia all'interno, o meglio, cosa c'è sempre stato e che ora diventa visibile. Non si può più fare come se non fosse. E' tempo di lasciarci attraversare dalla luce, perché prestissimo Saturno sarà lì ad attenderci, in quello che potrei definire l'esame di maturità del collettivo, ed esso ci chiederà: chi sei?
Il moto retrogrado di Mercurio in Sagittario è iniziato con la superluna piena del 03 dicembre in Gemelli, di cui Mercurio è Governatore. E' un invito a lasciar andare il controllo degli eventi, facendo spazio all'ispirazione, il sussurro della Voce Interiore, che può essere ascoltata solo quando il cuore si apre attraverso il respiro ad uno stato interiore di creatività. Quando ascoltiamo una melodia, le note si introducono dentro il campo energetico dell'umano, impattando con la sua carica e modificando la frequenza del nostro campo. Se la melodia ci piace, essa ci ispira, ci muove in una data direzione. Allo stesso modo funziona il lavoro degli archetipi planetari. Ogni moto retrogrado rallenta un movimento esterno per lasciare spazio alla Voce Interiore e ai suoi sussurri ispirati.
La sincronicità rispetto al Sincronario Maya Galattico delle 13 Lune di 28 giorni è che il 04 dicembre si conclude l'Onda Incantata della Notte Blu, il tempo-spazio del Sogno. 
Oggi siamo nel giorno dell'Aquila Blu Cosmica, Kin 195, la Trascendenza della Visione del Sogno. Ora che siamo arrivati in fondo, voltandoci indietro a guardare la strada fatta, quale risultato è visibile? Quale tematica fondamentale si è resa disponibile alla consapevolezza? Rispetto a cosa abbiamo riacquistato la vista? Quali punti ciechi ora riusciamo a vedere?
Oltre a ciò, durante questi 13 giorni, dal 22 novembre, altre domande sono sorte in cerca di una risposta: quanta forza do ai miei sogni? ma anche: quanto della mia realtà è una pura illusione che mi salva da me stesso, dall'affrontare il dolore, il senso di solitudine? Forse siamo anche riusciti a scoprire una nuova forza, sorta dalle macerie del crollo delle illusioni del quieto vivere. In nome di questa determinazione a mantenerci in uno stato di  benessere, di rispetto della dignità personale, entriamo il 05 dicembre nell'Onda Incantata del Guerriero Giallo fino al 17 dicembre. Qui si apre un'esperienza in cui vengono affrontate le paure,  scoprendo quali sono le risorse di cui siamo dotati dalla nascita. E' un incontro con la parte più naturale e spontanea del talento personale. Dopo aver coltivato il Sogno, o la vera forma della nostra realtà, ora si evidenzia quale sia la bellezza che spontaneamente riusciamo a creare, quello stato interiore che porta armonia ed equilibrio.
Insomma, moltissimi stimoli da più parti, tanti doni per ciascuno. La cosa importante è avere il cuore aperto per accogliere tutto. Siamo benedetti.
In lak'ech! (Io Sono Un Altro Te Stesso)
Stefania Gyan Salila

venerdì 1 dicembre 2017

03.12.2017 - PLENILUNIO IN GEMELLI NEL GIORNO DEL MAGO BIANCO CRISTALLO, KIN 194 - DA QUALE ILLUSIONE E' NECESSARIO RISVEGLIARSI?


Il 03 dicembre 2017 alle ore 15,48 UTC la Luna diventa Piena a 11° dei Gemelli, ultimo Plenilunio del 2017. La Luna nei Gemelli rappresenta la follia di chi si permette di esplorare l'incoerenza, trovando un senso preciso nelle azioni svolte, anche se antitetiche tra loro, o meglio generate dalla possibilità che se una situazione è vera. lo può essere anche il suo contrario.
Il Sole in Sagittario, opposto, rappresenta la focalizzazione sugli obiettivi, la lungimiranza, il progettare qualcosa di molto vasto e soprattutto di interesse collettivo.
L'Asse Gemelli-Sagittario, su cui sono posizionati i due Luminari Sole-Luna, rappresenta il cammino verso l'Adultità da parte del Bambino Magico (Gemelli) che ad un certo punto del cammino si accorge quanto sia  necessario spostarsi verso un piano diverso. Così parte verso l'integrazione dell'Archetipo del Guerriero/Maestro (Sagittario). Il Bambino Magico mantiene la sua natura leggera e creativa; l'integrazione del Maestro gli serve per incanalare nel modo migliore possibile la sua creatività.



In base al Sincronario Galattico delle 13 Lune di 28 giorni il 03.12.2017 ci si troverà nel giorno del Mago Bianco Cristallo, Kin 194, la Condivisione del Sogno che stiamo sognando dal 22 novembre. Sognare il Sogno significa aprire la coscienza ad una potenzialità, attivando la possibilità di renderla concreta. Ogni situazione, prima di essere sperimentata nella densità, viene creata nel campo energetico della persona, e poi spontaneamente espulsa, come una bolla di sapone, teatro, palcoscenico di un evento. Il Mago Bianco, lo spazio cre-attivo della Mente, prende la forza della giocosità della Luna in Gemelli, ed allestisce una commedia in cui vediamo recitare noi stessi in questo nuovo atto della nostra vita. Il messaggio è: qualunque cosa tu stia facendo, agisci con la consapevolezza di sapere sempre dove sei, dove ti trovi, come si sente il tuo corpo in quel ruolo. Se non ti senti bene in quel ruolo, respira e chiediti perché, interroga il tuo corpo, che te lo esprima. Ascoltati e sii mago della tua esistenza, creatore delle immagini che meglio danno forma al tuo sentire, alle tue urgenze.
Siamo quasi giunti alla fine dell'Onda Incantata della Notte Blu, i 13 giorni dedicati a focalizzare un Sogno a cui dare forza, o individuare un sogno da cui è necessario svegliarsi. Interessante comprendere su quale delle due opzioni ci stiamo trovando. Considerando l'imminente ingresso di Saturno in Capricorno, il prossimo 20 dicembre, direi che per molti di noi sia più presente la seconda opzione. In realtà è il momento in cui passare attraverso il velo delle illusioni (Nettuno in Pesci retrogrado in quadratura con il Plenilunio). Il risveglio è sempre un punto molto delicato di grande sofferenza perché quella data illusione è stata una difesa calda e soffice da cui ci siamo lasciati piano piano sedare. Risvegliarsi significa risentire la causa scatenante che ha originato la creazione dell'illusione. Ci vuole molto spazio nel cuore, una volontaria liberazione dall'amarezza e dalla frustrazione. E' il passaggio dal grigio torpore della zona confort alla vita vera della presa di responsabilità di manifestare ciò che siamo.
Il Plenilunio in Gemelli porta un vasto respiro dentro la sofferenza, il Sole in Sagittario dona intraprendenza nell'attraversare le ombre più fitte sapendo che al di là non ci può che esserci Luce. Il Bambino Magico Gemelli prende il Maestro Sagittario per mano ed insieme si dirigono verso la Verità dell'Essenza, lasciandosi ombre, densità e passato alle spalle.
In lak'ech! (Io Sono un Altro Te Stesso)
Stefania Gyan Salila


martedì 28 novembre 2017

LUNA CONGIUNTA A CHIRONE RETROGRADO IN PESCI - IL PARADISO E' VERAMENTE PERDUTO?


Il 28 novembre 2017 sembrerebbe essere una giornata come qualsiasi altra, ma in Cielo i movimenti planetari sono molto forti ed impattano il campo emozionale umano, così come il collettivo mentale. Oltre alla congiunzione tra Mercurio e Saturno, di cui ho appena scritto (qui il LINK), oggi se ne verifica un'altra, potentissima e meravigliosa, tra Luna Crescente (domenica 03 dicembre ci sarà il Plenilunio a 11° Gemelli) e Chirone, in retrogradazione dallo scorso agosto (24°). 
Ricordo che ci troviamo in un giorno Portale di Attivazione Galattica in base al Sincronario delle 13 Lune di 28 giorni - giornata in cui le antenne umane si attivano a percepire l'esistenza di altri mondi. La Luna Rossa, la Guaritrice, la Sacerdotessa che purifica i cuori dal peso del dolore e della sofferenza, trasporta il flusso delle informazioni di luce. 
Inutile dunque stupirsi se veniamo assaliti da un profondo senso di nostalgia, se la mente comincia a vorticare sotto il peso dei ricordi di ciò che non poté essere. Oggi il cuore si apre per essere purificato dal dolore dell'amore non corrisposto, oppure impossibile da vivere per differenze sociali, dalla sofferenza di un lutto, di qualcosa che sarebbe potuto essere meraviglioso, ma non ha saputo generare una forza tale da radicarsi e rimanere nel mondo fenomenico terrestre.
Questo ci porta la congiunzione tra Luna e Chirone retrogrado nel mondo acqueo del Segno dei Pesci.  Il senso di nostalgia per qualcosa che non c'è più o che è rimasto incompiuto, provoca rabbia e senso di ingiustizia perché ci siamo sentiti cacciati dal Paradiso. Spesso l'impossibilità di assecondare i nostri sogni o le urgenze interiori viene percepito come una punizione divina. Rendiamoci conto che viviamo in una cultura di questo genere ed impariamo a vedere la prigione creata dalle credenze collettive rispetto al sentirsi premiati o puniti.
La congiunzione tra Luna e Chirone retrogrado a 24° dei Pesci si trova in quadratura con Mercurio e Sagittario a 27° del Sagittario - ora di svegliarsi dal sonno del passato, lasciando andare i fantasmi, una volta per tutte. Siamo qui, questo è il presente, altro non c'è.
Solo liberando il cuore dal passato, dal senso di ingiustizia e di punizione ricevuta, dal senso di giudizio e di bisogno di accettazione da parte del mondo, possiamo diventare consapevoli che nessuno ci può punire se non noi stessi. Nessuno ci condanna se non noi stessi. La domanda è: quanto sentiamo di meritarci di essere amati? Quanto, lasciando andare il senso di aver perso il Paradiso, sappiamo invece crearcene un altro che non presenti condizioni per accoglierci. Non è necessario essere buoni, bravi, ecc. Il Paradiso è adesso, nella presenza del Bambino delle Stelle/Chirone che porta la sua magia dentro l'intimità del Mondo Lunare, così da guarire nel profondo il senso di mancanza. Il Paradiso è nella creatività che lasciamo fluire come normale possibilità espressiva. 
Possiamo finalmente sentirci a posto così come siamo? Senza togliere né aggiungere nulla. E' un invito che ci viene fatto in questa giornata apparentemente uguale alle altre.
In lak'ech! (Io Sono un Altro Te Stesso)
Stefania Gyan Salila

MERCURIO CONGIUNTO A SATURNO IN SAGITTARIO NEL GIORNO DELLA LUNA ROSSA RISONANTE, KIN 189, PORTALE DI ATTIVAZIONE GALATTICA - CHI STAI SCOPRENDO DI ESSERE?




Il 28 novembre alle ore 08,00 UTC Mercurio, simbolo dell'Intelligenza Logica e Comunicativa, entra in aspetto di Congiunzione (27°) con Saturno in Sagittario, il Maestro del Cammino, nel suo ultimo mese di transito in questo Segno di Fuoco. L'aspetto di congiunzione dura fin verso metà dicembre e durante il periodo Mercurio entra in retrogradazione (04/23.12) , ma di questo ne scriverò più avanti.
Poco distante, a 2° del Capricorno, la ribelle Lilith sta avanzando nel percorso di distruggere ostacoli e barriere di perbenismo e formalismo, compromessi e apparentemente facili soluzioni che hanno tolto respiro ed ossigeno alla creatività, alla missione di vita che chiama ad assumersi responsabilità e rischi, donando in cambio la certezza di essere VIVI.
Per la prossima primavera Lilith sarà in congiunzione con Plutone in Capricorno, completando il processo di dissoluzione di confini rassicuranti per farci conoscere la vera Vita vista con gli occhi del Sé, la parte divina interiore realizzata. Maggio 2018 rappresenta un momento spartiacque: Urano e Chirone cambieranno segno dal 2011/2012 e sarà interessante notare come si muoveranno nella nostra vita. Ovviamente è ancora presto per occuparsene. Lasciamo prima che Saturno in Capricorno dal 20 dicembre ci insegni a dare attenzione all'essenzialità, a lasciar andare tutto il vecchio degli ultimi 30 anni (l'ultima volta che transitò lì fu dal 1988 all'inizio del 1991).
Tornando alla congiunzione tra Mercurio e Saturno, essa rappresenta il momento in cui possiamo dare voce alla saggezza coltivata negli ultimi due anni e mezzo. Saturno ha fatto il suo ingresso definitivo in Sagittario a settembre 2015, portandoci dentro esperienze di grande ricerca spirituale. A livello collettivo tanti umani si sono attivati in questo periodo, focalizzandosi sulla necessità di voler dare risposta al senso di irrequietezza ed incertezza esistenziale. Tanti hanno trovato vie di espressione, a molti la vita è cambiata. Ora entriamo dentro un tempo di radicamento delle discipline che ci hanno aiutato a divenire altro da ciò che si era prima. Saturno in Capricorno ci spinge ad allinearci profondamente con la Via, qualunque essa sia. La Vita diventa transpersonale e viene messo a fuoco il Servizio. Cosa veramente siamo venuti a fare qui sulla Terra? 
Nel frattempo, Mercurio agli ultimi gradi del Sagittario, dà voce al cammino fatto, esprime verbalmente la Verità acquisita grazie alla Ricerca. Le parole dette corrispondono coerentemente con ciò che sentiamo? Stiamo manifestando la verità o ancora ci rifugiamo dentro al compromesso per quieto vivere? Non è più tempo per questo. Le dighe non tengono più e prima che il Fuoco divampi portando conflitti, è bene allinearsi dentro di sé e verbalizzare le proprie ragioni. Non importa aver torto o ragione, non è una questione di voler essere ascoltati o visti. E' solo esigenza di chiarezza, di rendere giustizia a ciò che sentiamo dentro. Non ci si può più passare sopra in silenzio, cercando di non urtare i sentimenti altrui. E i nostri sentimenti? Quanto spazio dar loro? Vogliamo ancora una volta far finta di niente, come se non importasse? 
Ci troviamo nel giorno 7 dell'Onda Incantata della Notte Blu, lo spazio di 13 giorni dentro cui far maturare il Sogno. In questa giornata risuona la Luna Rossa Risonante, Kin 189, Portale di Attivazione Galattica.
Per conoscere cosa sia un Portale o come funziona il linguaggio del Sincronario Maya Galattico da cui ho preso queste informazioni, leggi QUI.
Fare chiarezza sulle spinte emozionali oggi è fondamentale. Solo sapendo chi siamo possiamo mettere a fuoco cosa vogliamo. Solo così la Mente creativa può generare le immagini che diventeranno il nostro futuro. Ricordiamoci bene che la Vita e i suoi eventi nascono dall'interazione dei campi sottili di luce dentro cui siamo immersi. Se impattati da immagini di amore e fiducia, questo essi genereranno.
Se abbiamo un Sogno, sarà bene dare ad esso il giusto contesto con fiducia e amore, nonostante tutto.
In lak'ech!
Stefania Gyan Salila


venerdì 24 novembre 2017

22.11/21.12.2017 - SOLE IN SAGITTARIO DURANTE LE ONDE INCANTATE DELLA NOTTE BLU, DEL GUERRIERO GIALLO E DELLA LUNA ROSSA - SOGNANDO UN SOGNO LO SI DIVENTA


Questo è il periodo in cui il Sole occupa il Segno di Fuoco del Sagittario, l'Evangelizzatore, Maestro Spirituale, Ricercatore, ma anche l'Epicureo, il Godurioso, Eccessivo ed Esagerato Centauro, sempre in movimento, spinto dalle ondate di calore emanate dal Fegato, suo organo di scarico.
Il Sagittario è un Segno di Fuoco che si fa strada nel momento di massimo buio in questa parte del mondo, come una luce nell'oscurità che ci permette di sviluppare percezioni sensoriali sottili e delicate rispetto alla realtà che si fa dentro e fuori di noi. 
I suoi valori sono Ricerca della Verità, Espansione dello Spirito, Vittoria dell'umano su se stesso, Divulgazione della Conoscenza, Tendenza alla Luce, Equilibrio tra Spirito e Materia, Ottimismo e Apertura al Possibile, Grinta e Coraggio sfidando se stessi ed i propri limiti.
L'essenza di questo Segno è la Voce Interiore che ci guida dentro il Buio della Morte dello Scorpione e ci traghetta verso la Rinascita della Luce al Solstizio d'Inverno, quando il Sole rinasce nello Spirito di Yule, la Festa della Luce, passando nel Capricorno, simbolo della struttura ossea, l'impalcatura fisica che contiene quella Luce.
Questo viaggio dura dal 22 novembre al 21 dicembre: notiamo anche solo la numerologia _ 22.11/21.12. Io non mi occupo di questa materia, solo invito a osservare la magia dei giochi dei numeri per farsi ispirare intuitivamente al di là del significato.
Nello spin galattico dello Tzolkin in quei giorni si sviluppano due Onde Incantate di 13 giorni più 4 giorni di una terza. Il 22 novembre è iniziata quella della Notte Blu, lo spazio temporale del Sogno (22.11/04.12). Questo è un periodo che mette in luce quale sia la passione, l'attrazione, la tendenza, che attiva il Cuore. 
Cosa ci fa sentire vivi?
Non importa quale sia la risposta, purché si attivi l'energia del Fegato, che è il grande Costruttore, la cui spinta ci permette di uscire dalla stasi e dalla paura. Non è necessario intraprendere azioni impulsive, piuttosto possiamo mettere a fuoco quanta paura contengono le nostre cellule, sapendo che nessuna paura è più grande di noi. E' stata generata come difesa. Ne abbiamo ancora veramente bisogno?
Al di là di essa c'è la Vita, ci sono le possibilità che ci siamo sempre augurati di trovare. Davvero vale la pena di tirarsi indietro? In nome di che cosa?
Dal 05 al 17 dicembre ci risponde l'Onda Incantata del Guerriero Giallo, che raccoglie le energie elaborate durante i 13 giorni della Notte Blu, suo Glifo Analogo, amico e sostegno. Nel corso di questa altra potente Onda, il Guerriero Giallo ci permette di difendere e compattare il Sogno che ha iniziato a prendere una forma. Esso diventa lo strumento del Discernimento, la capacità di utilizzare la Mente Logica per muovere i propri passi nella giusta misura, con equilibrio, per trovare sempre un senso ed un contesto che faciliti la costruzione creativa immaginativa della realtà.
Quale direzione vogliamo che la realtà esplori?
Infine, dal 18 al 30 dicembre navighiamo nell'Onda Incantata della Luna Rossa, la Guaritrice. Il viaggio del Sole in Sagittario finisce il 21, così il passaggio che ci interessa termina nel giorno 4 di questa Onda, Umano Giallo Auto-Esistente, Kin 212, presentando di nuovo assonanze numerologiche con 22.11/21.12, anzi sincronicamente il 21.12 sarà Kin 212. Per approfondire cosa siano le Onde Incantate, cosa sia lo Tzolkin ed il senso dei numeri leggi QUI.
L'Umano Giallo Auto-Esistente rappresenta il corpo fisico che si auto-genera. Esso raccoglie le energie della Notte Blu Magnetica, Kin 183, la costruzione del Sogno, momento in cui il Sole è entrato in Sagittario, offrendo al Sogno un contenitore così da  portarlo nella realtà. Poi il viaggio del Sole prosegue in Capricorno, Segno di Terra, in grado di dare forma alle intenzioni. 
Quale forma vogliamo che abbia la nostra realtà?
Questi gli strumenti a nostra disposizione nel prossimo periodo. A ciascuno la propria responsabilità nel loro utilizzo. Ciò che siamo è frutto dell'amore che contattiamo dentro e prendiamo il coraggio di emanare fuori, nonostante tutto e nonostante noi.
In lak'ech! (Io sono un Altro Te Stesso)
Stefania Gyan Salila

mercoledì 22 novembre 2017

NETTUNO, MADRE COSMICA, TORNA DIRETTO NEL GIORNO DELLA NOTTE BLU MAGNETICA, KIN 183 - SOGNI, ILLUSIONI E VERITA'


Il 22 novembre alle ore 12 UTC Nettuno torna in moto diretto dopo 4 mesi  (il moto retrogrado è iniziato precisamente lo scorso 03 agosto). La sua orbita planetaria si trova tra Urano e Plutone, molto lontano dal Sole, rendendo il transito in un Segno estremamente lento. Dall'aprile del 2011 esso viaggia nel Segno di è Governatore, i Pesci, per la prima volta da quando è stato scoperto, verso la fine del XIX secolo. Poiché Nettuno è il simbolo del Mondo Onirico, con questo importante lungo transito (2011/2025), la coscienza umana viene accompagnata a integrare il mito della Grande Madre Cosmica, facendo pace con tutto quello che la relazione materna rappresenta per ciascuno di noi. I bisogni inascoltati, la subdola manipolazione, il tentativo di controllo, oppure il non riconoscimento percepito, la freddezza, il mancato abbraccio. nell'abbraccio del subconscio, simbolo degli Ideali a cui l'umano tende quale compensazione ad una realtà troppo cruda - queste alcune tematiche che in molti umani hanno creato solchi dolorosi, a cui essi hanno risposto dando vita a modelli deviati di materno, spesso tendenti alla dipendenza, illusione di un amore in nome del quale spesso siamo pronti a tradire noi stessi pur di sentirci amati.
Poiché oggi inizia l'Onda Incantata della Notte Blu, che rappresenta il grande Grembo, per 13 giorni torneremo indietro allo spazio di silenzio e percezione profonda che è la vita intrauterina, a ricreare un ambiente di collegamento con qualcosa di più grande di noi, a farci nutrire dalle acque universali del Liquido Amniotico cosmico, smarrendoci all'interno di tutte le diverse identificazioni, senza più riconoscerci, ma chiedendoci costantemente: chi sono io?.
Nettuno che torna in moto diretto nel giorno della Notte Blu Magnetica, Kin 183, è una meravigliosa occasione per esplorare la capacità cre-attiva dell'immaginazione, strumento potente attraverso cui vedere la vita e porsi degli obiettivi. Quanta forza possiede la nostra Mente nel fornirci ciò di cui abbiamo bisogno? Quanto amore sentiamo di meritare nel metterci nelle condizioni di ricevere abbondanza dall'esistenza? 
Il viaggio dentro l'Onda Incantata della Notte Blu dura fino al 04 dicembre. Incontreremo forse fantasmi del passato, spauracchi a cui avevamo consegnato il potere di spaventarci. Ci verranno incontro i nostri Sogni dimenticati. Abbiamo la forza di dar loro una seconda occasione? Vibriamo ancora lì o è necessario dare spazio ad altro? Quali illusioni hanno deviato il nostro sguardo? Un percorso molto interessante per attivare la franchezza, la chiarezza, osservando la verità e notando se riusciamo ad aderirci. Monitorerò lo sviluppo dell'Onda con altri articoli. Intanto cuore aperto e sguardo fiero!
In lak'ech! (Io Sono un Altro Te Stesso)
Stefania Gyan Salila

martedì 21 novembre 2017

LUNA IN CAPRICORNO CONGIUNTA A LUNA NERA NEL GIORNO DEL VENTO BIANCO COSMICO, KIN 182 - L'ARCHETIPO DELL'ALTA SACERDOTESSA E L'IMPORTANZA DEI VERI SENTIMENTI

IMMAGINE DI CATHY McCLELLAND
E la danza continua...
Siamo arrivati in fondo all'Onda Incantata del Cane Bianco, i 13 giorni che dal 09 novembre hanno aperto uno spazio dentro il Cuore, così che ciascuno prendesse atto di ciò che sta lì. Sentimenti scomodi, ma veri e profondi; rimpianti per parole mai dette, baci mai dati, sguardi perduti, verità nascoste. Qualunque disagio sia stato attraversato in questo periodo, esso ha avuto il pregio di rivelare quello che spesso non abbiamo il coraggio di confessare neanche a noi stessi. 
Quanto ciò che viviamo quotidianamente corrisponde al vero? Quante contratture ci siamo provocati per resistere dentro la zona confort? Quali strappi temiamo di dover affrontare per portarcene fuori? Soprattutto, quanto siamo stanchi di dover pagare un prezzo per quella che possiamo definire una supposta felicità?
Ci stiamo sempre più avvicinando al prossimo ingresso di Saturno in Capricorno, il Maestro entra nel suo Segno dopo 30 anni (l'ultimo transito si è svolto tra il 1988 e l'inizio del 1991). Esso reclama da parte nostra di aderire ad un progetto che porti scritto il nostro nome. Essenzialità sopra ogni cosa. I percorsi sono stati compiuti, la conoscenza assimilata, le visioni assorbite. Ora è tempo di ESSERE.
L'ultimo giorno dell'Onda Incantata del Cane Bianco è rappresentato dal Vento Bianco Cosmico, Kin 182. Di per sé il Vento Bianco rappresenta l'Archetipo dell'Alta Sacerdotessa, la Conoscenza che avvolge il campo terrestre, la Saggezza degli Antichi, tanto cara ai valori di Saturno. 
Quando il Vento Bianco risuona al Tono Cosmico, il 13° ed ultimo tra i Toni Galattici, siamo immersi in un campo di trascendenza, cioè veniamo stimolati a lasciar andare, a farci attraversare, ad essere leggeri. Identificarsi nelle situazioni, cioè credere di ESSERE qualcosa (un ruolo, una qualità, una professione) ci porta a sviluppare schemi rigidi, anchilosati, in assenza di creatività e quindi di paura del cambiamento.
La particolare congiunzione oggi tra Luna e Lilith in Capricorno apre alla messa in discussione di tutto questo: Luna conserva quale tradizione, rappresenta la Saggezza della Stirpe; Lilith distrugge la tradizione perché rappresenta la Pecora Nera. Insieme esse lasciano che si apra una crepa, una fessura all'interno del vecchio affinché il Nuovo possa passare. Poiché anche il Capricorno è un Segno notoriamente conservatore, il processo che si svolge è questo: tutta l'intensità emozionale sollecitata dall'ormai famoso Stellium in Scorpione - leggi QUI - ha portato in superficie sentimenti dimenticati, magari dolorosi, tanto più se rimasti inosservati per anni. La Luna in Capricorno tra il 21 ed il 23 novembre cerca di trovare una collocazione alla forza rivelatasi grazie alla presa di coscienza della verità, mentre Lilith, la sua Ombra, crea caos e catarsi emozionale affinché la verità abbia un effetto concreto, affinché un nuovo Ordine possa venire a formarsi dentro il Cuore, affinché non ci si dimentichi più. Il Vecchio esce, con le sue reazioni stantie, maleodoranti, portatrici di tutto quello che abbiamo sempre detestato di noi stessi. Non possiamo più tornare indietro. Rimanere dove siamo fa soffrire, tuttavia è necessario perché questi movimenti planetari che formano giochi di luce ed ombra in noi stanno dissodando le zolle indurite dal congelamento delle lacrime che non ci siamo mai permessi di piangere.
Stiamo soffrendo, quindi? In questi giorni è normale, fisiologico. Anzi, per quanto manchi il respiro, dovremmo benedire questi sintomi. Sono le tossine emozionali che stanno lasciando le cellule del corpo. Come sempre, respiriamo, piangiamo, gridiamo, purché all'interno di uno spazio sacro e protetto, ma attraversiamo i mari in burrasca, perché prima o poi si trasformeranno in quiete acque purificate. Il momento è difficoltoso, ma lavorando bene ora, quando Saturno entrerà in Capricorno il 20 dicembre 2017, sapremo sfruttare la sua onda per diventare adulti. Riconoscendo noi stessi.
In lak'ech! (Io Sono un Altro Te Stesso)
Stefania Gyan Salila

lunedì 20 novembre 2017

MARTE IN BILANCIA QUADRATO A PLUTONE IN CAPRICORNO - FOCUS E INTENZIONE, SONO VIETATE LE DISPERSIONI E LE DISTRAZIONI - 11/30.11.2017 -



Il mese di novembre si sta rivelando un interessante contenitore di stimolazioni del vissuto emozionale degli umani. Già lo Stellium in Scorpione e il recente Novilunio (leggi QUI) hanno messo a dura prova il sonno. Ho notato un enorme lavorio interiore che accadeva la notte. Non mi stupisce, considerando l'intima natura della visione scorpioni, ma è stato molto faticoso. Tuttavia al mattino molte delle tematiche svelatasi con il buio sembravano essersi dissolte e la lucidità è stata forte, nonostante la stanchezza.
Contemporaneamente Lilith, Ombra della Luna, Archetipo della Donna Ribelle, ma anche punto cieco dell'animo, è entrata in Capricorno, rendendo le persone insofferenti a qualunque tipo di richiesta, ma anche giogo, imposizione, scatola, gabbia, griglia. Leggi QUI.
Un altro aspetto interessante si sviluppa durante tutto il mese di novembre, quando Marte, in Bilancia dal 23 ottobre, aggancia la sua orbita a quella di Plutone in Capricorno, che per tutto il periodo di novembre staziona a 17°. A cominciare dall'11 del mese Marte entra nel 12° Bilancia creando un aspetto di quadratura (tensione interiore) con il Grande Cieco. Plutone può essere visualizzato come un ciclope, non ha una visione ampia dell'esistenza. Si focalizza su un punto e lì rimane, fino a trasformare le nostre opinioni o credenze in ossessioni. Marte che è movimento irrequieto, si sente costretto, vuole scappare, la sua vibrazione batte contro i muri della cecità di Plutone e senza riuscire a trovare uno sbocco, diventa litigio, diventa esplosione, diventa rabbia. 
Plutone rappresenta anche i Grandi Sistemi a cui l'umano deve assoggettarsi. Marte in Bilancia è la battaglia che ciascuno di noi combatte contro le ingiustizie sociali. In quadratura questi due principi creano dapprima uno scontro vivo ma impari tra il singolo e le istituzioni, oppure il singolo e la collettività. Successivamente arriva la consapevolezza che o si cambia o si muore. Così Marte fa quello che sa fare meglio: si focalizza a sua volta su un punto (il suo simbolo è una freccia che parte da un cerchio - è un archetipo esteriorizzante) e sfrutta la cecità di Plutone per non perdere il punto di vista, l'obiettivo, per non farsi distrarre da altro.
Cosa è accaduto? Cosa sta accadendo, visto che questo aspetto lavorerà in noi fino al 30 novembre? E' arrivato il momento di rendersi conto di ciò che è possibile e di quello che non lo è, lasciando andare la lotta contro i mulini a vento, per focalizzarsi sulle proprie risorse e utilizzarle per manifestare la propria essenza. Altrimenti continueremo a sentirci ancora frustrati, sviliti, amareggiati. E' arrivato il faticoso momento di rendere concreto ciò che è veramente importante per noi, qualunque sia la situazione di partenza. Davanti allo specchio vediamo ciò che conta e possiamo decidere di mettere un passo dietro l'altro per arrivare alla meta come possiamo, con i nostri tempi ed al nostro ritmo. Non è dato ora di continuare a costruire immagini che non possono poi essere portate sulla Terra. Sarebbe una dispersione ed una distrazione. L'insieme degli aspetti che riguardano il Segno del Capricorno chiamano all'essenzialità, lo Stellium in Scorpione (governato da Plutone!) ispira la focalizzazione, e tutto questo è un preludio al prossimo ingresso, tra un mese esatto, del Maestro Saturno nel Capricorno. I lavori in corso di consolidamento e radicamento sono già iniziati! Dureranno fino al 2020, quindi chi comincia bene troverà un bel supporto nel confronto con la realtà. Ciò che necessita di radicamento è quello che siamo diventati dopo tutti i processi di crescita personale affrontati ultimamente. Tempo di diventare tutta la conoscenza immagazzinata nella mente, tempo di portarla nel cuore e divenire la Conoscenza, da cui scaturisce la Saggezza, parola chiave di Saturno.
Proprio tra il 19 ed il 20 novembre si verifica la Quadratura precisa al grado (17), nei giorni finali dell'Onda Incantata del Cane Bianco, il Compassionevole. Cosa abbiamo imparato rispetto a ciò che l'Amore avrebbe voluto mostrarci? Cosa significa essere fedeli a se stessi? 
Il 19 novembre è stato il giorno del Sole Giallo Spettrale, Kin 180, ed il 20 novembre è il giorno della Drago Rosso Cristallo, Kin 181. Essi portano questo messaggio: tu puoi agire solo in base a ciò che sei, se vuoi vivere nell'amore per te stesso e per gli altri. Se vuoi essere riconosciuto per l'amore di cui sei portatore, non temere di far brillare la tua luce. Apri le braccia e accogli. Qualcuno lo sta già facendo con te.
Stefania Gyan Salila

mercoledì 15 novembre 2017

15.11.2017 - LUNA OPPOSTA A URANO RETROGRADO NEL GIORNO DEL GUERRIERO GIALLO RISONANTE, KIN 176, PORTALE DI ATTIVAZIONE GALATTICA - GUARDA OLTRE GLI EVENTI E MANTIENI LA CENTRATURA


Il 15 novembre 2017 entriamo in un giorno Portale di Attivazione Galattica in base al Sincronario Galattico delle 13 Lune di 28 giorni - se non sai che cosa sia, leggi QUI - mentre la Luna a 25° Bilancia si sta avvicinando al suo ingresso Luna in Scorpione, in attesa della sua congiunzione con il Sole per il Novilunio del 18  novembre prossimo.
Un giorno Portale di Attivazione Galattica è uno spazio di comunicazione aperta tra la Terra ed il Cielo - l'intensità emozionale può salire alle stelle, le situazioni accelerano, il Flusso energetico diventa evidente, anche se continua a scorrere al di sotto dei meri eventi quotidiani. All'interno del Modulo Armonico dello Tzolkin ce ne sono 52, a formare quella che viene definita Matrice Galattica, per semplificare, il DNA stellare. Nell'illustrazione qui sotto essi si riconoscono dal colore verde.

I 52 PORTALI DI ATTIVAZIONE GALATTICA COSTITUISCONO LA MATRICE PROVENIENTE DALLA FONTE DELL'HUNAB KU, L'ETERNO DATORE DI MOVIMENTO E DI MISURA, CHE STA ALLA BASE DELLE SINFONIE CELESTI DI CREAZIONE

Quando viviamo un giorno Portale, lo scenario della nostra vita quotidiana si apre, l'animo viene sollecitato e spesso ciò che accade mette in rilievo in modo accelerato i nostri processi interiori più insidiosi. Oppure, a seconda della frequenza su cui siamo sintonizzati, arrivano messaggi precisi dalla nostra parte più luminosa che (cosa più importante di tutte) riescono ad essere percepiti perché l'ascolto è molto attivo in quei momenti.
Allineando questo panorama con la posizione della Luna, la scopriamo in Opposizione precisa a Urano retrogrado in Bilancia. Come va il rapporto con il mondo esterno? Come sta procedendo la relazione sentimentale? Sicuramente questi settori stanno ricevendo scossoni importanti. Ma ogni terremoto arriva per far emergere ciò che abbiamo voluto accuratamente eludere.
Quando domani, 16.11.2017, la Luna entra in Scorpione, intensissimo Segno di indagine interiore, ecco che ciò che ci troviamo a vivere in queste giornate è la messa a nudo da qualsiasi tipo di protezione consolatoria. L'Esistenza, il Sé, ci mette di fronte alla presa d'atto della situazione nuda e cruda. Le emozioni salgono alle stelle, perché l'inconscio lunare si congiunge con Giove, che ingrandisce sotto una lente di luce tutto quello che avremmo voluto tenere a bada.
Tuttavia viene messa l'attenzione anche su un altro punto fondamentale: di quali risorse disponiamo per trarne il meglio da tutta questa Verità che ci salta addosso?
La risposta arriva sempre dall'energia galattica, che in base allo Tzolkin, trasporta le informazioni del Guerriero Giallo Risonante, Kin 176, Portale di Attivazione Galattica (15.11.2017). Esso rappresenta la Mente Lucida, in osservazione del panorama che si è rivelato, alla ricerca di un equilibrio rispetto alla Paura. Il Guerriero Giallo apre al distacco dallo squilibrio emozionale. Esso ci insegna che quello che stiamo vivendo è un film, la manifestazione di qualcosa che ci aiuta a comprendere ciò che dentro finora era rimasto nascosto. La nostra missione è rendersene conto e non agire seguendo il filone che si sta manifestando. E' necessario più che mai leggere i segnali, scoprire la Sincronicità dove ci sta portando. La Visione deve essere portata oltre, là dove già l'Aquila Blu, ieri, ci ha aiutato a spostare lo sguardo. Quale grande cambiamento sta avvenendo in noi? Quali informazioni fondamentali ci stanno arrivando? Quale altra identificazione deve essere scardinata, affinché emerga chi noi siamo veramente oltre la zona confort?
Ancora, l'energia del 16.11.2017, che vedrà la Luna precisamente congiunta a Giove, trasporta il flusso della Terra Rossa Galattica, Kin 177, giorno 8 dell'Onda del Cane Bianco. Essa costruisce ciò che noi abbiamo lasciato potesse essere distrutto. Quindi nessuna paura. Mantenendo il Cuore aperto alla Vita che si fa attraverso di noi, possiamo essere inondati di Luce, di Abbondanza. E' molto difficile vederlo ora. Appunto per questo è bene mettere a frutto tutto ciò che abbiamo imparato negli anni. Siamo arrivati fin qui per essere consapevoli adesso. 
Buon viaggio a tutti!
In lak'ech! (Io Sono un Altro Me Stesso)
Stefania Gyan Salila

martedì 14 novembre 2017

18.11.2017 - NOVILUNIO IN SCORPIONE NEL GIORNO DELLA TEMPESTA BLU PLANETARIA, KIN 179 - COSA VUOL DIRE ESSERE FEDELI A SE STESSI? ASTROLOGIA INTUITIVA E TZOLKIN


Continua il viaggio all'interno dell'Onda Incantata del Compassionevole, l'Archetipo Galattico che trasporta le informazioni relative alla funzione del Cuore qui sulla Terra.
Per chi non conosce questo linguaggio che ultimamente sto miscelando alle nozioni di Astrologia Intuitiva, può approfondire a questo LINK.
Il Compassionevole è uno tra le 20 Tribù del Tempo che si sono offerte volontarie per venire ad accompagnare il nostro sistema solare al di fuori delle Guerre di potere durate fino al 2012 - per approfondimenti potete leggere il Volume I delle Cronache di Storia Cosmica trasmesse da Valum Votan/José Arguelles alla Regina Rossa/Stephanie South - Il Libro del Trono. Per chi padroneggia l'inglese consiglio vivamente la lettura di The Arcturus Probe, autore José Arguelles. 
Mentre le informazioni galattiche che respiriamo nei codici di luce provenienti dal Sole ci accompagnano nel confronto con il Cuore, con gli argomenti in esso contenuti, nel Cielo del nostro Sistema Planetario il 18 novembre 2017 alle 11.42 UTC si forma il Novilunio a 26° dello Scorpione, un potente richiamo a fondersi nel Tutto.
Procediamo con ordine: cosa vuol dire confrontarsi con i contenuti del Cuore? Sappiamo ormai che molti umani, se non tutti, portano nel Cuore pesi e dolori; tanti Cuori sono chiusi a causa di un vissuto di sofferenza. Tutto questo è frutto del prezzo pagato per scendere qui. Alcuni si sono sempre ripetutamente incarnati qui e non si ricordano più cosa voglia dire appartenere alle Stelle, sognare un universo parallelo, permettersi di alzare lo sguardo. Altri sono arrivati con l'intento di salvare i terrestri, scelta spesso controproducente, perché a causa dell'oblio dovuto alla lentezza del flusso dell'energia, essi hanno dimenticato la Forza, vivendo così la frustrazione del non-riconoscimento, sentendosi anzi costretti a portare pesi immensi per ubbidire ad un comando interiore che non sono mai riusciti ad individuare bene. Così alcuni Guerrieri di Luce sono diventati i Capri Espiatori, i Sacrificati, gli Appesi, i Senza Posto, sempre disposti a combattere la battaglia di qualcun altro. Tutto questo ha trasformato i Cuori in una sequenza di prigioni, una serie di chiusure di protezione per non far uscire il dolore del non essere visto per il Bene che si avrebbe voluto fare. Oppure per non sentire lo smarrimento derivato dal non trovare un ruolo che corrispondesse alle aspettative. 
Ogni volta che ripercorriamo il Cammino dell'Onda Incantata del Cane Bianco (accade ogni 260 giorni) tendiamo a ricordare l'intento della missione di vita quali volontari dediti al risveglio degli umani dallo stato di ipnosi e di bassa frequenza causati dalla navigazione all'interno di una vibrazione artificiale. Ora la Sincronicità ha disposto l'apertura di una tana del Bianconiglio molto particolare: il Novilunio in Scorpione - desiderio di fusione con ciò che è - nel giorno della Tempesta Blu Planetaria - un processo di catarsi e risveglio a livello collettivo che rianima i Cuori chiusi. Questo è lo scenario che si apre il 18 novembre.
Il Sole viene raggiunto dalla Luna nel ciclico Processo di Fusione che avviene ad ogni Novilunio, questa volta nel Segno dello Scorpione, che è l'apertura tra due Opposti che anelano a creare attraverso la miscelazione tra le rispettive qualità una nuova sostanza, contenente il potenziale per ricordarci che SEMPRE siamo nel cambiamento. SEMPRE. Nulla rimane, tutto cambia, tutto è in divenire.
Ora, Sole e Luna fusi insieme a 26° dello Scorpione formano un aspetto di Quinconce con Urano retrogrado a 25° Ariete (che dal 2011 continua a chiedere all'Individuo: Tu Chi Sei?). Qual è la guarigione di questo potentissimo aspetto di 150°? Intanto entrambi i Segni sono governati da Marte, la Grinta, il Desiderio, l'Azione, che al Novilunio sarà a 16° Bilancia (combattere per la giustizia) in Casa VIII, la Casa degli Antenati. Liberarsi dai pesi lasciatici da chi è venuto prima di noi, vedendoci per quello che siamo, senza più volersi identificare nei sogni dei nostri genitori, nonni, prozii. Lasciare andare aspettative rispetto agli obiettivi da raggiungere per dare a noi stessi una collocazione comoda dentro quello che è. Se il Cane Bianco in questi giorni (dal 09 al 21 novembre) ci insegna a respirare dentro l'Amore Incondizionato, cosa vuol dire se non accettare finalmente ciò che siamo, oltre ogni tipo di proiezione possibile? Che sia difficile e complesso come processo è vero. Ma è altrettanto vero che adesso sia una prospettiva da adottare per proseguire il percorso individuale di auto-riconoscimento, usando disciplina e forza di volontà per uscire dalle identificazioni create quale compensazione agli stati di paura.
Il Cane Bianco ci sta anche insegnando la Fedeltà a se stessi - il Novilunio in Scorpione ci chiede di allineare Maschile e Femminile. Il Femminile è il saper ricevere, prendere per sé, chiedere aiuto, sentire, essere consapevolmente sensibili. Il Maschile è il donare, il manifestare il sentire e la sensibilità prendendosi cura di sé. Essere Fedeli a se stessi significa essere coerenti con il sentire nelle azioni quotidiane.
Il Sincronario Galattico e l'Astrologia Solare ci forniscono due mappature diverse che però mettono in luce lo stesso processo interiore, rafforzandolo. Possiamo camminare dentro queste giornate facendo una ricerca interiore rispetto a quale sia la tematica più importante per noi in questo periodo, valutando quanto ci appartenga e quanto invece sia da ascrivere a qualcosa che abbiamo ereditato, assorbito dall'ambiente familiare. Possiamo esprimere gratitudine nei confronti degli Antenati per la Vita che attraverso di loro è arrivata a noi e contemporaneamente possiamo proseguire l'esistenza con in mano le Scelte Essenziali, provenienti cioè da uno spazio più profondo del Sé, per attivare le quali è necessario mantenersi Fedeli a se stessi, allineati con ciò che è.
Al momento in cui sto compilando questo post, 14 novembre 2017, stiamo camminando nel giorno dell'Aquila Blu Ritmica, Kin 175, giorno 6 dell'Onda Incantata del Cane Bianco, la quale ci insegna a integrare le informazioni che stiamo ricevendo, facendo spazio al Nuovo che apre la prospettiva di una nuova Visione. Fare spazio è lasciare il Cuore volare oltre le asperità interiori, affinché Esso possa sperimentare la sua Forza libero dalla paura. Il Novilunio del 18 novembre, nel giorno della Tempesta Blu Planetaria, radica la Visione del Cuore nella Mente Superiore, favorendo la manifestazione di un forte Allineamento dei campi sottili della nostra energia di Luce.
Buon viaggio!
Stefania Gyan Salila


venerdì 10 novembre 2017

11.11.2017 - CHE SUCCEDE IN CIELO ED IN TERRA? IL PORTALE DEI SEGNI CARDINALI NEL GIORNO DELL'UMANO GIALLO ELETTRICO, KIN 172


Come sempre, quando c'è una giornata particolare a livello numerologico, quello che viene definito Portale come il codice 11.11, vado a verificare in Cielo quali sono le geometrie planetarie relative e se vale la pena analizzarle. 
Ecco cosa ho trovato: alle 2.40 UTC dell'11.11 si apre questo Stargate - l'Ascendente, direzione terrestre Est, (il Primo Respiro, l'imprinting celeste ricevuto alla nascita) si trova a 0° Bilancia;  di conseguenza il Discendente (direzione terrestre Ovest) si trova a 0° Ariete; il Fondo Cielo, il Nadir - in Astrologia Evolutiva, il punto di intersezione dell'anima quando ci si incarna) si trova a 0° Capricorno; il Medio Cielo, lo Zenit (obiettivo evolutivo a cui l'anima tende naturalmente) si a trova 0° Cancro.
Lo Stargate non coinvolge corpi planetari ma le 4 direzioni terrestri, come a disporre confini ben delimitati, un invito a dare forma a qualcosa di nuovo. Nuovo perché i 4 Segni che fanno da puntale sono i grandi Pionieri dello Zodiaco. La forma geometrica perfetta a 0° apre uno spazio all'improvvisazione, all'impossibilità di classificare, di inscatolare. E' lo spazio dell'Ispirazione.
Ariete, Cancro, Bilancia e Capricorno sono i Cardinali, i punti del tempospazio che si aprono con gli Equinozi ed i Solstizi, facendo da Cardine al nuovo che deve entrare. La particolarità è quella di affidarsi a canali percettivi sottili, luminosi, silenziosi, elettrici, vibrazionali. La ripetizione dello 0° chiama a questo, portando l'attenzione sulla ciclicità, sul ripartire, sul dare un nuovo comando di start a come siamo abituati a vedere le situazioni, le persone, noi stessi.
Interessante che l'Ascendente sia in Bilancia, il Segno delle Relazioni. Tempo di imparare a guardare oltre il nostro ombelico e sentirsi coinvolti con gli altri, pur mantenendo la propria individualità. Cosa abbiamo imparato a questo riguardo dopo un anno di messa alla prova in territorio relazionale/sentimentale? 
Esattamente a 0° del Capricorno, nel Fondo Cielo, il Nadir, la Cuspide tra la 3' e la 4' Casa, è presente l'Ombra della Luna, cioè Lilith. Essa coinvolge anche un altro punto importante, il Vertex (per approfondimenti leggete QUI), a 0° gradi dell'Ariete, nella Casa VII legata alla relazione. Poiché il Fondo Cielo è collegato con le memorie antiche, la Luna Nera ci riporta indietro nel passato, affinché le attuali relazioni non siano più il campo di reazione ad un vissuto passato pieno di dolore, affinché i legami sentimentali siano liberi (finalmente) dalle proiezioni delle ferite. E' più che mai importante trasformare la modalità con cui viviamo l'Amore. La relazione è un territorio di incommensurabile delicatezza, specchio preciso di ciò che siamo. Portare consapevolezza in questo settore significa fare pace con se stessi, con la propria vera età emozionale, accettare la fragilità, imparare a fidarsi ed ad affidarsi. Osservandoci dentro la relazione, o anche nell'assenza di una relazione, portiamo l'attenzione al nostro corpo, alla sua postura. Quale ruolo stiamo vivendo o perpetrando? Siamo padre/madre del nostro partner? O ci mettiamo nella posizione del figlio/a? Oppure siamo in fuga, teniamo l'amore, il legame, ce ne sentiamo soffocati? Quali memorie sono custodite nel cuore?
Un Portale può essere importante per la Coscienza. La cosa di maggior rilievo a mio parere, è che ogni passo dentro un aggiornamento di codici di luce che atterranno nel mentale collettivo porti gli umani sempre più in contatto con ciò che è vero e sacrosanto nel Cuore, perché ciascuno si possa permettere di respirare con quanto più agio possibilmente dentro ciò che è e dentro ciò che si è creato per sé. Pacificamente in relazione con se stessi.
Nel Sincronario Galattico il Portale dell'11.11 cade nel giorno dell'Umano Giallo Elettrico, Kin 172, che rappresenta il Ruolo dell'Umanità qui sul pianeta: esseri di luce di puro Amore, scesi volontari sulla Terra per fare il download dei codici necessari a ripristinare il giusto spin planetario, affinché la Terra cominciasse a  risuonare alla musica delle Armoniche Celesti.
L'Umano Giallo è il Glifo collegato con il Corpo Fisico, il vaso contenitore della Luce, la tuta d'argilla dentro cui sta inscritto il nostro programma di vita. Esso è un computer perfetto per svolgere la missione di ricalibratura planetaria terrestre. Siamo qui per ricordarcelo e dire sì. Tutto il resto verrà da sé.
In lak'ech! (Io Sono un Altro Te Stesso)
Stefania Gyan Salila

mercoledì 8 novembre 2017

09.11.2017 - LA LUNA NERA ENTRA IN CAPRICORNO NEL GIORNO DEL CANE BIANCO MAGNETICO, KIN 170 - AMARSI SIGNIFICA ANCHE DIFENDERE I PROPRI CONFINI


Il 09 novembre 2017 la Luna Nera entra in Capricorno, dove transiterà fino al prossimo 06 agosto 2018. La Luna Nera è la Grande Ribelle, la nostra parte interiore che dice sempre No, che non accetta rivali né superiori, non vuole sottostare ad alcuna forma di autorità. E' una parte profondamente ferita che reagisce ad una sofferenza atavica e non trova pace finché noi non ci permettiamo di riconoscere la Rabbia. Questa sofferenza non guarisce, ciò che cambia nel corso del Cammino, è lo spazio che noi dedichiamo ad essa, senza più fingere che non esiste, ma prendendo atto di essere anche sbagliati, anche di avere torto, anche di essere scomodi, anche di dire cose che possono infastidire ma che rappresentano per noi in quel momento una verità da manifestare.
Negli ultimi 8 mesi la Luna Nera/Lilith ha transitato in Sagittario ed il Fuoco del Segno ha saputo dare una dignità all'Ombra, una sorta di processo di redenzione e sdoganamento di certe parti scomode. Ora Essa si ritira nel silenzio del Capricorno e porta a integrazione e manifestazione tutto ciò che è rimasto dopo i Falò che hanno trasformato la nostra relazione con le parti che non amiamo di noi stessi.
Nel suo transito Lilith incontrerà Saturno e Plutone. Con il primo, la Luna Nera viaggerà congiunta da gennaio a marzo 2018, garantendoci un inverno di rigore ed essenzialità. Già da subito si sentirà l'esigenza di non sprecare nulla, di attenersi a ciò che maggiormente è importante e vero. Probabilmente le sfide all'autostima saranno tante, ma sarà un allenamento a non demordere, a non scoraggiarsi. L'attenzione dovrà essere posizionata sul Cuore e sul suo spazio infinito, perché tutto il resto passerà in secondo piano. Se durante il 2017 avremo acquisito una buona centratura, ecco che essa ora diventerà uno strumento fondamentale per proseguire il Cammino mantenendo la giusta calibratura. Non ci mancherà nulla, ma potremmo sentirci sfidati nella relazione con la materia e l'abbondanza. Allora sarà necessario far tesoro di ciò che già abbiamo, radicando le nostre competenze, dando loro una sola direzione. Durante il transito in Sagittario è stato possibile espandersi. Ora si entra nel senso di coesione e adesione al nostro Disegno Originario. Possibilmente ne usciremo quanto mai forti, ripuliti, focalizzati.
Aprile, maggio e giugno vedono Lilith congiunta a Plutone, che è sempre molto interessante da vivere come Congiunzione. Plutone e la Luna Nera sono accumunati dall'aspetto dell'Inconscio Profondo a cui entrambi si riferiscono. L'ombra del Capricorno ha a che fare con i giochi di potere, la manipolazione come desiderio di auto-affermazione in modo subdolo. Quindi attenzione a quanto ci si rivelerà rispetto a questo lato dell'Esistenza. Ovviamente ogni fase verrà a suo tempo analizzata approfonditamente, ma intanto possiamo lavorare in anticipo.
Sincronicamente l'ingresso di Lilith in Capricorno coincide con l'inizio dell'Onda Incantata del Cane Bianco, Kin 170, la quattordicesima Onda dello Tzolkin, quella che trasporta il difficoltoso compito per noi umani di apprendere, rispettare e manifestare l'Amore Incondizionato. Il Cane Bianco Magnetico a confronto con la Lilith in Capricorno diventa la Colonna Vertebrale dell'Amore per Sé, la Compassione rivolta a se stessi, quando ritroviamo il Centro della nostra vita perché diventiamo coscienti dei nostri confini ben definiti, che abbiamo conquistato centimetro per centimetro grazie alle ferite a cui abbiamo sempre reagito con estrema sofferenza. La Compassione si genera quale atteggiamento di totale resa al dolore, un'arrendevolezza che rende il dolore stesso una cosa che non ci colpisce più, scivola e va, diventando flusso di nutrimento.
In lak'ech! (Io Sono un Altro Te Stesso)
Stefania Gyan Salila

07/18.11.2017 - I GIORNI DI FUOCO DELLO SCORPIONE - SOLE, GIOVE, VENERE E NOVILUNIO NEL SEGNO DURANTE L'ONDA INCANTATA MAYA GALATTICA DELL'AMORE INCONDIZIONATO


Il 07 novembre entriamo in un periodo di intensi cambiamenti interiori grazie ad uno Stellium in Scorpione che nel giro di pochi giorni vede congiunti insieme tanti Archetipi planetari. Venere ha effettuato il suo ingresso nel Segno il 07 e per il 13 novembre raggiungerà la Congiunzione precisa con Giove a 07°. Venere in Scorpione sa trasformare l'Archetipo femminile di dolcezza in seduzione e sensualità. Il piacere fine al piacere stesso. Ora Giove sta mostrando tutta la sua efficacia nel mettere in luce la melma nascosta sul fondo degli animi e Venere porta  un grande contributo nello scavare dentro le radici del dolore che ha causato l'addensarsi dell'ombra. Tuttavia la sua presenza aggiunge anche un senso di nostalgia verso qualcosa di irrecuperabile. Si amplifica lo spazio del Paradiso Perduto, quello stato interiore che ci fa sentire in esilio rispetto a dove ci troviamo ora. E' più che mai necessario in questo momento fermarsi e non cadere nelle onde emozionali, che sono assolutamente forti e destabilizzanti. Con tanta disciplina, volontà e respiro è arrivato il momento di osservarsi piangere per qualcosa che per anni ci ha tenuto incastrati in un gioco infinito di reazione alle emozioni, volendo fuggire da un senso di solitudine schiacciante. Attenzione ai capricci del Bambino Interiore che può non voler uscire da una situazione emotivamente dolorosa. Anche se sofferente, il Bambino Interiore conosce quel dolore e ci rimane attaccato come una zona confort. Ci vuole tanto sguardo obiettivo e tanta auto-disciplina. Questo insegnamento è molto importante per i prossimi tempi, quando Saturno in Capricorno ci presenterà i risultati del nostro lavoro di oggi.
Giove amplifica tutte le sensazioni legate ai lutti subiti in chissà quale punto del tempospazio, eppure noi stiamo rinascendo dentro la nostra stessa Ombra, lasciando indietro le diverse forme di schiavitù a noi stessi. Se sentiamo di non riuscire ad essere felici oggi perché ci manca sempre qualcosa, vuol dire che siamo allo specchio con tutto quello che nel corso delle varie vite abbiamo dovuto lasciare indietro. Ma se qualcosa è andato è perché avevamo delegato il nostro potere personale a quella persona, a quell'ideale, a quella forma di autorità. Poiché stiamo camminando dentro l'integrazione, passo dopo passo andiamo a riconquistare i diversi pezzi donati lungo i secoli. Quindi osserviamo i nostri malesseri quale testimonianza di un ricordo che riaffiora e lasciamolo andare. Quale ferita sta ora emergendo che la mia schiena dolorante mi sta ricordando? Quale amore conflittuale sto lasciando andare di cui i muscoli indolenziti del mio braccio sinistro mi stanno rendendo consapevole? Quanto ho combattuto per amore, per bisogno di amore? Sono ora pronta a fare pace, lasciando andare l'idea che la felicità e l'amore possono essere conquistati solo a caro prezzo?
Questo è la tematica messa in luce in questi giorni dalla congiunzione Venere/Giove/Sole. Ora il Sole non tocca precisamente la Congiunzione, perché corre passi avanti, ma è la presenza ciò che conta. Esso diventa il tedoforo, il Portatore della Torcia di Luce che le coscienze seguono quale punto di riferimento durante i giorni piuttosto intensi di viaggio interiore.
Sincronicamente oggi ci troviamo nel giorno della Luna Rossa Cosmica, Kin 169, ultimo giorno dell'Onda della Terra Rossa, lo spaziotempo dedicato alla Sincronicità che guida il cammino. La Luna Rossa rappresenta la Purificazione delle Acque Universali, il mondo emozionale umano, un processo di individuazione all'interno delle maree che ci attraversano. Lo Stellium in Scorpione ben si sposa con la Luna Rossa Cosmica nel rendere la giornata incredibilmente intensa dal punto di vista delle percezioni interiori, ipersensibilità ed emotività. Bene è rilassarsi, respirare ed osservarsi, ringraziando ciò che vorrà mostrarsi a noi quale importante spunto di apprendimento.
Domani inizia l'Onda Incantata del Cane Bianco, Kin 170, fino al 21 novembre. Durante questi prossimi 13 giorni la presenza planetaria in Scorpione si rafforzerà con un Novilunio che ci chiederà di essere quanto più veri possibile. Anche l'insegnamento del Cane Bianco verte a farci sperimentare cosa significhi essere fedeli a se stessi. Il Cane Bianco è il Compassionevole.




ARCHETIPO GALATTICO DEL COMPASSIONEVOLE
Autore José Arguelles/Valum Votan


Cosa significa la Compassione? Quanto è aperto il nostro Cuore nell'accogliere noi stessi, le nostre urgenze, la manifestazione delle nostre passioni? Quale paura che lo impedisce? Queste le domande a cui trovare una risposta.
Nei prossimi giorni altri dettagli.
In lak'ech! (Io Sono un Altro Te Stesso)
Stefania Gyan Salila


martedì 7 novembre 2017

07.11.2017 - VENERE ENTRA IN SCORPIONE CONGIUNTA A GIOVE NEL GIORNO DELLA STELLA GIALLA CRISTALLO, KIN 168, SIMBOLO VENUSIANO


Alle 11,38 UTC del 07 novembre 2017 Venere entra in Scorpione per congiungersi con Giove, il secondo Sole del nostro sistema. Il senso è di portare Amore e Luce nell'ombra scorpionica del nostro inconscio, ora che Giove sta espandendo dentro il nostro sentire tutto ciò che per noi è difficoltà e sfida.
La congiunzione precisa tra i due pianeti avverrà il prossimo 13 novembre, inizia il 12 e prosegue fin verso il 18. Venere esce poi il 01 Dicembre dallo Scorpione, e ci saprà regalare intense sfumature di noi stessi, da sentire, osservare, portare a manifestazione, accettare e infine lasciar andare.
La sincronicità è data dal fatto che ciò avviene nel giorno della Stella Gialla Cristallo, Kin 168, detta Lamat, che rappresenta Venere. Il Kin 168 è il dodicesimo giorno dell'Onda della Terra Rossa, spazio tempo dedicato alla Sincronicità quale guida del cammino evolutivo. Venere è la stella del mattino e la compagna della sera. Venere è collegata con la Fiamma Viola della guarigione ed è il pianeta gemello del nostro dal punto di vista della frequenza.
Maggiori approfondimenti più tardi.
In lak'ech!
Stefania Gyan Salila

giovedì 2 novembre 2017

04.11.2017, PLENILUNIO IN TORO OPPOSTO A GIOVE IN SCORPIONE NEL GIORNO DEL SERPENTE ROSSO SOLARE, KIN 165 - ARRENDITI A TE STESSO



Il 04 novembre 2017 alle ore 05.22 UTC la Luna diventa Piena a 11° del Toro. La Luna nel Toro esprime tutte le sue qualità femminili dell'accudimento, del prendersi cura, dell'attesa che il Processo della Vita si faccia attraverso Essa. La Luna in Toro si offre all'Esistenza quale Coppa da riempire, grembo fertile che può essere attivato dalla più pura creatività.
Dal punto zodiacale opposto si trova il Sole a 11° dello Scorpione, un Principio Maschile indagatore, analitico, ma anche protettivo nei confronti di quel Femminile così aperto e fiducioso. Il Sole in Scorpione conosce la diffidenza, conosce l'Ombra della natura umana e diventa ancora più proteso verso la totale apertura di quella Luna saggia, che sa che è arrivato il momento di arrendersi di fronte al proprio opposto, accettandone tutti gli aspetti più ostici, perché ci si trova ora all'inizio di una fase di crescita. Non si possono più percorrere i sentieri già noti, non si può continuare a nutrirsi sempre dello stesso cibo, non si possono più accettare sempre gli stessi semi. I terreni interiori si sono inariditi a forza di coltivare gli stessi pensieri della zona confort. Abbiamo scoperto di non avere più nemici, nessuno di loro è sopravvissuto. Ciò a cui ci stiamo offrendo ora con fiducia è alla parte più buia del sé, il vero nemico, la reazione di rifiuto della ferita.
Tutti i processi di ricerca della Luce, ricerca della missione di vita, processi di individuazione, sono serviti per metterci in questo delicato confronto per percepire quanto riusciamo a non reagire più. La presenza di Giove, archetipo dell'espansione, vicino al Sole dal 23 ottobre, ha creato eventi e situazioni intorno a noi che non hanno fatto altro che evidenziare, rendere ovvio, e non più negoziabile, la necessità di crescere e di uscire dalla zona confort, dentro cui siamo rimasti per anni. Ed è ora il momento, perché dietro quell'antico dolore, quella vecchia sofferenza ripetitiva, si nasconde il più grande dei doni, il più grande degli amori, il senso di unità interiore profonda, il ricordo dell'Uno, della Fonte di Luce da cui emaniamo insieme alla Fiamma Gemella, o Fiamme Gemelle, che nella vita poi può riflettersi nel saper attirare qualcuno che ci assomigli profondamente, o risolvere tematiche difficoltose con il partner, per decidere definitivamente se la relazione è una compensazione ad un disagio oppure è amore sincero.
L'azione di confronto e resa del Sole e Giove congiunti, i due Soli che portano in superficie le difficoltà per prendere atto di ciò è, in opposizione alla calore della Luna in Toro, che accoglie ed accetta incondizionatamente, viene rafforzata dall'opposizione precisa tra Urano a 25° dell'Ariete e Venere a 25° della Bilancia. Veniamo fuori da un intero anno di opposizione tra Urano in Ariete e Giove in Bilancia, che ci ha permesso di comprendere quale posto occupare all'interno della relazione. Questo Plenilunio potente e rivelatore ospita ancora un passaggio in questo senso, per fare in modo che ciascuno possa affinare la propria consapevolezza rispetto alla luce che l'Altro porta nella nostra vita e che cosa ci rispecchia indietro. 
Tutto questo accade nel giorno del Serpente Rosso Solare, Kin 165, Portale di Attivazione Galattica, giorno 9 dell'Onda della Terra Rossa, lo spazio temporale dedicato all'evoluzione ed al risveglio. Il colore Rosso rappresenta l'Est ed indica una nascita, la manifestazione di qualcosa di nuovo. Il Serpente Rosso è la Forza Vitale e la Sessualità della Kundalini che risale dal profondo per renderci umani divini, per unire il Cielo con la Terra dentro di noi. Tutto questo non è possibile finché non ci prendiamo la responsabilità di unire ciò che dentro è separato. Il dolore nasce dall'oblio, che produce paura e disconnessione. Questo è da dove veniamo, ciò che abbiamo ricevuto come imprinting nascendo qui. Nel crescere, abbiamo rimesso insieme i pezzi della memoria, trovando fuori da noi ciò che abbiamo sempre sentito essere vero dentro. Ora stiamo perfezionando questo processo, affinché ogni pezzo collimi e coincidano i bordi dei vuoti che credevamo fossero ferite e ci stiamo accorgendo essere pura malleabilità della materia che è diventata morbida e leggera, lasciando andare i pesi dal cuore. Se stiamo male ora, sia a livello fisico che psichico, è perché siamo impegnati in queste elaborazioni. Nulla viene trattenuto, tutto si manifesta, affinché possiamo guardare di fronte a noi e trovare ciò che abbiamo sempre sentito mancante. E' sempre stato lì ma il cuore era chiuso e non in grado di percepirlo. Avremo mai il coraggio di amare e volerci sentire amati?
In lak'ech! (Io Sono un Altro Te Stesso)
Stefania Gyan Salila